martedì 22 maggio 2007

La corsa all'energia alternativa

Attualmente c'è un grosso interesse nelle energie alternative. Non c'è nemmeno da discutere se bisogna usare o meno energie pulite sfruttando sole e vento. Sfortunatamente, in questa corsa nel fare le cose amiche dell'ecologia, qualcuno non si sofferma a valutare i costi di questo processo.

Non parlo solo di costi monetari, ma anche il dispendio di energia e risorse.

Habitat vengono distrutti per far posto a città eco-friendly o a centrali eoliche. Risorse vengono consumate per creare materiale riciclabile. Quando si sceglie la via dell'energia alternativa e vie rispettose dell'ecologia, bisogna fare delle ricerche su quanta energia e quante risorse vengono consumate. Ad esempio, i camion che trasportano materiale destinato al riciclo, necessitano di benzina, di essere costruiti, puliti e manutenuti. Le centrali eoliche devono essere costruite, trasportate e installate.

Assolutamente le ricerche devono continuare in direzione di nuove forme di energia. Quello di cui abbiamo bisogno ora, magari, è solo di rallentare: fermarci a pensare se le energie alternative non consumano più risorse di quelle che dovrebbero preservare.

Nel video seguente, Peri parla di questi problemi. Ho trovato il video molto interessante e mi ha fatto riflettere parecchio. Bisogna tenere presente tutti gli elementi che entrano in gioco quando si parla di energia pulita.



Link:
- Danimarca, il più grande parco eolico offshore

- http://www.aboutmyplanet.com/videos/the-big-picture

5 commenti:

GDL ha detto...

Secondo me troppe volte ci illudiamo sulla bontà dell'iniziativa, trascurando gli interessi economici. Non si spiegano altrimenti come come la costruzione di centrali eoliche in zone assurde, o altro.

disordinementale ha detto...

La corsa alle energie ecologiche è la moda del momento, temo che passerà, fino a quando non sarà emergenza ancora più grave.

Le cose fatte con furore vengono fatte male.
Il passaggio (necessario) deve essere graduale, ponderato, e affiancato dalla ricerca scientifica, che finora ha trascurato (per disinteresse dei finanziatori) il tema.

Prima di tutto ciò dobbiamo limitare i consumi, in modo da avere un minore impatto ambientale anche quando useremo le "energie pulite".

nonhovoglia ha detto...

@disordinementale: hai perfettamente ragione ma le cose dovrebbero essere invogliate dall'alto o come iniziare a rendere la popolazione consapevole .............

£orenza ha detto...

Purtoppo come hai detto tu la corsa alle energie alternative non fa bene perche fare le cose di fretta senza evare prima una educazione a monte non porta positività.

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good