mercoledì 5 settembre 2007

Là dove ci si trova

.......
La maggior parte di noi giunge solo in rari momenti alla piena coscienza del fatto che non abbiamo assaporato il compimento dell'esistenza, che la nostra vita non è partecipe dell'esistenza autentica, compiuta, che è vissuta per così dire ai margini dell'esistenza autentica. Eppure non cessiamo mai di avvertire la mancanza, ci sforziamo sempre, in un modo o nell'altro, di trovare ad qualche parte quello che ci manca. Da qualche parte, in una zona qualsiasi del mondo o dello spirito, ovunque tranne che là dove siamo stati posti: ma è proprio là e da nessun'altra parte, che si trova il tesoro.
.........
Martin Buber
(Il cammino dell'uomo)

Post collegati:
L'uomo è sempre alla ricerca della felicità
Gli opposti

2 commenti:

disordinementale ha detto...

La cosa accade in ragione della sensibilità di ognuno.
Si potrebbe anche non averne mai la consapevolezza di questo.

E poi: chissà cos'è questa forza, quest'attrazione verso qualche altra parte...

nonhovoglia ha detto...

Io penso che questa attrazione verso qualche altra parte sia una forma di giustificazione con se stessi per non vedere le proprie responsabilità. Come dice Thorwald Dethlefsen. Dai un occhio a questi frammenti.